Couleur Caramel smoothing velvet primer matifiante vs MUFE HD primer: prodotto del mese

7 Ottobre 2014

Couleur Caramel è un marchio biologico che offre una vasta gamma di prodotti per il make up. Avevo in mente da almeno un anno di provare uno dei loro primer viso, poichè i primer siliconici che ho usato finora non mi hanno soddisfatto del tutto.

couleur caramel

couleur caramel smoothing velvet primer

Finalmente la scorsa primavera mi sono decisa ad acquistare la base lisciante matificante, smoothing velvet primer in bioprofumeria.

Ho continuato ad usarla fino ad oggi, alternandola al primer HD della mufe, per cercare di capire quale prodotto facesse di più al caso mio.

Le aspettative che ho nei confronti di un primer viso sono queste: cerco un prodotto che prolunghi la durata del fondotinta e mi aiuti a controllare la lucidità. So che esistono le ciprie apposta per questo, però, visto che un primer occlude i pori in modo meccanico, mi aspetto anche di non sudare.

 

 

mufe vs cc

mufe vs cc

 

 

MUFE HD BASE FONDOTINTA  lo trovate da sephora a 36.50 euro INCI Argatensyl, Seanergilium, D-Panthenol & glycerin, Phycosaccharide, Spherical silica microparticles, Paraben free.

 

COULEUR CARAMEL BASE LISCIANTE MATIFIANTE SMOOTHING VELVET PRIMER effetto velluto: lo trovate in bioprofumeria a 31 euro

INCI Silice : Opacizzante.
Olio di Enoteria Bio : Antiossidante, lenitivo, addolcente.
Olio di Jojoba Bio : Emolliente, addolcente con azione protettiva. Olio di Camelina Bio : Lenitivo, illuminante, addolcente, emolliente.

Confrontando gli inci, vediamo subito che nel prodotto di CC c’è la silice, assieme ad agenti idratanti: in pratica è una cipria miscelata con oli, completamente trasparente. 

Quando abbiamo parlato del contouring, abbiamo sottolineato che il primer non va massaggiato sulla pelle, perchè deve rimane in superficie, per creare un film fra il viso e il fondotinta.

La base di CC, così facendo, crea un sottile strato vellutato fra le vostre dita e la pelle del volto. Una sensazione strana, però confortevole. Non sentirete il viso ‘tirare’.

Nonostante io applichi il primer di mufe nella maniera corretta, sembra scomparire non appena lo applico sul viso. Non è possibile capire in quale zone sia stato applicato il primer e in quali no.

 

EFFETTI:

La base di MUFE facilita la applicazione del fondotinta, ma purtroppo non ho notato su di me grosse differenze rispetto alla durata dello stesso.  Quando mi strucco a fine giornata, i dischetti non sono macchiati di fondotinta.

Esiste in diversi colori perchè dovrebbe correggere l’incarnato. Io ho preso la rosa perchè sono gialla, ma anche in questo non ho notato differenze. Sottolineo però, che usandolo sulla pelle di mia cugina, tendenzialmente secca, funziona benissimo.

Sulla mia pelle mista, la base couleur caramel fa rimanere il fondo al suo posto per moltissime ore e quando mi strucco (dopo circa 9 ore dalla applicazione), i dischetti sono macchiati. Inoltre il viso appare levigato e matte per tutto il tempo. E’ interessante che si possa anche utilizzare per opacizzare il viso durante la giornata, applicandolo sopra il make up.

CONCLUSIONI vi consiglio senz’altro di acquistare la base lisciante di coleur caramel da tutti i punti di vista: efficace, performante, e ha un inci meraviglioso e questo non è poco!

I due prodotti sono sovrapponibili come prezzo, ma la base di MUFE HD, nonostante faciliti la stesura del fondo, non ha soddisfatto per nulla le mie aspettative.

Da sephora troverete anche la base levigante di make up forever,  so che alcune mua la usano con successo.

Nessuno dei due primer ha rovinato la mia pelle. Mi strucco tutte le sere e faccio scrub e maschera una volta la settimana, posso usare anche i siliconi senza rimanerci secca. La silice secca la pelle, tenetene conto quando acquistate prodotti che la contengano.

Se avete la pelle secca vi consiglio la base di mufe. Se avete la pelle misto grassa, lo smoothing velvet primer di couleur caramel e’ la scelta giusta.

primer

parliamo di primer

Il primer di benefit, the pore professional,  è efficace, ma non è trasparente e se non viene steso bene ha una texture spessa. Serve infatti principalmente per ridurre l’effetto pori dilatati.

In questi giorni Neve sta lanciando due primer viso senza siliconi.

Come ha sottolineato a Lidalgirl su facebook, ‘Neve non ha inventato nulla’.

Lidal mi ha spiegato che la base mattificante di neve contiene silica, olio di riso e jojoba, e potrebbe fare concorrenza a quella di CC.  Il primer per pelli secche invece, non contiene olio di mandorle ma karitè. Sarà una base idratante? Un primer con proprietà illuminanti?

Il colpo di genio, come dice anche Lidal, potrebbe essere l’aver lanciato  un nuovo primer in autunno quando si sa che il vero test per un primer opacizzante è l’estate.

Se cambiano gli ingredienti cambia il risultato finale, è chiaro, vale sia per i prodotti di alta profumeria che per quelli biologici.

Vedremo, sarà difficile prendere il posto del primer di Couleur Caramel nel mio cuore e per ora non ho voglia di cambiare.

Sul versante siliconi, nel frattempo, mi appresto a provare un sample di primer viso Oil control lotion, che mi è stato fornito da mac. Spero inoltre, prima o poi, di provare il primer too Faced Primed & poreless. Pronte per un’altra sfida?

Cosa pensate dei primer? Per voi bio a tutti i costi? Quale marca usate?

Se anche per voi la lucidità e la durata del make up sono un cruccio, vi consiglio di leggere anche questo post di Misatosan di A lost girl (loves makeup) e la serie dei post di  Dani  di Shopping&reviews sui primer.

a presto Claudia.

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply dina 7 Ottobre 2014 at 10:50

    Grazie per questo post perche’mi ha fornito l’occasione di riflettere su un acquisto poco oculato fatto poco tempo fa e cioe’il primer viso ItStyle.Passavo per caso nei pressi del punto vendita e ci sono entrata attratta da alcuni ombretti e un blush in crema che si sono rivelati discreti,poi presa da un raptus di perfezionismo nel makeup mi.sono fatta convincere all’acquisto del primer che svolge piu’o meno la sua funzione ma ho rilevato poco fa,dopo aver letto il post, che contiene parabeni,la cui presenza non mi e’affatto gradita!

  • Reply claudiaserpeclaudiaserpe 7 Ottobre 2014 at 12:40

    questa è una osservazione interessante! I parabeni e i siliconi si trovano in moltissimi prodotti cosmetici e non è detto che facciano per forza male, ci sono alcune pelli che non litollerano. in generale se posso li evito, ma posso farlo perchè a bari c’è la bioprofumeria. Usando un primer siliconico ogni tanto non ti fai del male. però visto che c’è l’alternativa bio (e sei perfezionista!) prova quello di CC. su quello di neve non posso dare pareri perchè non l’ho mai provato.

  • Reply Misato-san 7 Ottobre 2014 at 16:54

    io sono assolutamente team Couleur caramel, una spesa che vale.

  • Reply Foffy 7 Ottobre 2014 at 18:47

    Meditavo già di acquistare la base lisciante di Coleur Caramel, ne ho letto pareri molto positivi *_*

  • Reply tizy1289 7 Ottobre 2014 at 21:21

    Io ho soltanto due primer viso, uno in polvere di Jade Minerals e uno in mousse di Maybelline. Preferisco il secondo, perchè mi fa durare molto di più il fondotinta. Di base, comunque, non uso mai primer, sostanzialmente perché me ne dimentico.

  • Reply Serena-Specchiodellemiebrame 10 Ottobre 2014 at 23:18

    io adesso ho il porefossional di benefit e per il momento quindi non prevedo l’acquisto di altri primer, anche se quello di couleur caramel mi ha sempre incuriosito (e dopo questo post ancora di più)… ^.^ però uso il primer per il viso solo il sabato sera (o in qualche occasione particolare), per tutti i giorni non ne sento la necessità… 🙂

  • Reply Piper C 28 Ottobre 2014 at 12:06

    Io personalmemte non faccio uso di primer, soprattutto perché spesso la mia base è tirata piuttosto, via, se non è direttamente insesistemte xD
    Però mi sono trovata spesso a pensare che un prodotto simile “per le grandi occasioni” mi potrebbe tornare utile. Boh, nel mentre che ci penso continuo a leggere review xD

  • Leave a Reply