Libri letti a Novembre e Dicembre. Nemirovsky ancora e ancora.

4 Gennaio 2014

Libri, libri libri, che passione

Novembre e Dicembre sono stati dei mesi intensissimi, ho letto tanto e questo per me è sempre segno di serenità interiore.

libri ap

«Sto leggendo! Non voglio essere disturbato!» Forse non ti hanno sentito, con tutto quel chiasso, dillo più forte, grida:  O se non vuoi non dirlo; speriamo che ti lascino in pace. Prendi la posizione più comoda: seduto, sdraiato, raggomitolato, coricato. Coricato sulla schiena, su un fianco, sulla pancia. In poltrona, sul divano, sulla sedia a dondolo, sulla sedia a sdraio, sul pouf. Sull’amaca, se hai un’amaca. Sul letto, naturalmente, o dentro il letto. Puoi anche metterti a testa in giù, in posizione yoga. Col libro capovolto, si capisce”. (I Calvino)

Irene Nemirovsky, ovvero la mia attuale passione/ossessione. In due mesi ho letto tre delle sue opere:

DUE

Si baciavano. Erano giovani. I baci nascono in modo così naturale sulle labbra di una ragazza di vent’anni!

Due‘ ‘Il ballo‘ ‘Il vino della solitudine’ di Irene Nemirovsky.

Come saprete se state leggendo la mia rubrichetta, da qualche mese ho scoperto questa meravigliosa scrittrice e mi sono letteralmente tuffata fra le sue pagine. Qui la recensione de ‘I cani e i lupi’

Quello che emerge sono la rabbia e la sofferenza. La Nemirovsky è arrabbiata con sua madre ed innamorata di un padre distante e respingente. Complesso di Elettra? Semplificando molto potremmo dire di sì, ma quello che rende uniche le sue pagine è la sua prosa, tagliente e onirica.

Il ballo parla proprio della vendetta di una adolescente, Antoniette Kampf,  nei confronti della madre/matrigna che non la fa andare al ballo, ed è un racconto che si può leggere in poche ore.

Rapporti uomo/donna senza prospettive invece nella lettura di Due. Ma davvero l’amore è solo paura di restare soli? Davvero il matrimonio è abitudine, unione fraterna? Per i protagonisti del romanzo, Antoine e Marianne, la passione è sfibrante, distruttiva, come un veleno mortale che ti uccide lentamente. Il matrimonio è un rifugio noioso ma certo, fuga da una famiglia di origine fredda e distante.

Questi giovani protagonisti non riescono a distaccarsi dal modello genitoriale e pur inseguendo fantasie e capricci, o semplicemente le proprie passioni, finiscono comunque per ritrovarsi nelle stesse case ‘gelide’ dalle quali si erano allontanati. Splendido.

Il vino della solitudine è la storia di una bambina, Helene, che cresce proprio in uno di questi gusci vuoti, allevata da una madre infantile, vanesia e disperata, che cerca di contrastare il passare del tempo attraverso numerosi amanti più giovani di lei. Il più ‘fedele’ di questi toy boy sarà un lontano cugino che poi la protagonista, diventata adolescente, cercherà di conquistare solo allo scopo di punire la madre. Il padre è condannato a fare soldi e non coltiva l’affetto che pure la figlia ha per lui. In una vera e propria gabbia d’oro, Helene riceve la sua educazione sentimentale finchè, disgustata, alla morte del padre scappa lasciando dietro di sè le macerie di una vita distrutta. Un filo di speranza ci accompagna, mentre sullo sfondo abbiamo delle meravigliose città europee ai primi del novecento. Imperdibile.

Quello che mi sconvolge dei libri della Nemirovsky è la assoluta cruda ferocia con la quale scava nell’anima delle sue ragazze; se mai siete state amate e respinte, sapete cosa vuol dire il tormento di Marianne; o l’amore di Helene per suo padre, che poi cerca di ritrovare in uomini più grandi di lei. Quanto una infanzia infelice ci può segnare e comopromettere il resto della nostra esistenza? Irene è vittima, terapeuta e biografa.  Una meravigliosa scrittrice.

Parlando dei più ‘easy to read’

Lo-Hobbit

Quando il signor Bilbo Baggins di Casa Baggins annunziò che avrebbe presto festeggiato il suo centoundicesimo compleanno con una festa sontuosissima, tutta Hobbiville si mise in agitazione.

‘Lo Hobbit’ di Tolkien . Non sono una fissata con il fantasy ma ho letto comunque il Signore degli Anelli e mi ha divertito. Non avevo considerato di leggere altro di Tolkien finchè non ho sentito parlare dei film tratti da Lo Hobbit. E’ un libro divertente, meno scuro dell’altro e credo che per un bambino sarebbe una lettura piacevolissima. Parla di amicizia, lealtà e coraggio. Se qualcuno è pronto a sacrificarsi per un amico, il mio tenero cuoricino sobbalza. Carino.

 

‘The Hunger Games’ english edition. Pur essendo una affamata di super classici, le mie ‘letture parallele’ in lingua inglese sono sempre dei libri moderni, per aggiornarmi sul linguaggio attuale english/american. Fanno parte di questo gruppo i vari Harry Potter (che comunque io considero un libro splendido e assolutamente non scontato nei contenuti), i vampiri innamorati e glitterati di Twilight e adesso la saga di Hunger Games. Non sono sicura che il primo libro mi abbia preso, probabilmente perchè ho visto prima il film e rovinandomi così i colpi di scena. Cercherò di leggere il secondo prima di vedere il film.

E voi cosa avete letto alla fine del vostro 2013?

 

You Might Also Like

11 Comments

  • Reply Foffy 4 Gennaio 2014 at 14:31

    Io sono orientata ai fantasy, ma negli ultimi anni, prima solo classici…è come se mi fossi invertita XD
    A Natale il fidanzato mi ha regalato “le Cronache di Narnia”, appena posso comincio *__*

    • Reply claudia 4 Gennaio 2014 at 15:29

      Alcuni fantasy sono dei classici in realtà e non sono una snob anzi mi piacciono. A parte Moccia e Fabio volo che non tollero per il resto l’importante e’ leggere!!

      • Reply Foffy 4 Gennaio 2014 at 20:15

        Ah che bello, ci accomuna anche l’insofferenza verso questi…scrittori? Brr…mi da i brividi anche solo pensarlo!

        • Reply claudia 4 Gennaio 2014 at 20:37

          Ahaha scrittori! Io mi preoccupo del fatto che alcune persone abbiano letto solo quella roba e pensano che i libri siano quello.. Moccia e’ davvero il peggio!

  • Reply dina 4 Gennaio 2014 at 14:48

    Finora non ho letto niente di Irene Nemirovski ma ho imparato ad apprezzarla grazie alle tue bellissime recensioni ed e’sempre”grazie a te”che il prossimo libro che leggero’sara’ Il vino della solitudine!

    • Reply claudia 4 Gennaio 2014 at 15:30

      Che bello spero ti piaccia !! Io sto in fissa con lei e’ fantastica

  • Reply Ariel Make Up 4 Gennaio 2014 at 20:14

    Io alla fine per Natale ho ricevuto ben quattro libri, il guaio è che li ho finiti tutti ben prima di Capodanno D: Ho ricevuto il tanto desiderato Canto di Natale di Dickens *_* Poi Il Giardino Segreto e la Piccola Principessa, infine un librone che racchiude i primi tre libri della saga di Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo *_* Mi son piaciuti tutti e ora li sto rileggendo (adoro rileggere ancora e ancora i libri una volta terminati).
    Lo Hobbit l’ho letto l’anno scorso ed effettivamente Tolkien lo pensò come libro per bambini, a differenza del più impegnativo Signore degli Anelli.. Mi è piaciuto moltissimo, ma io adoro in generale il mondo di Tolkien perciò sono piuttosto di parte :p

    • Reply Foffy 4 Gennaio 2014 at 20:16

      Il giardino segreto! Ariel è stato uno dei libri della mia infanzia, quanto ho pianto! ç__ç

    • Reply claudia 4 Gennaio 2014 at 20:35

      Che bello il giardino segreto e la piccola principessa li ho letti da piccola mi piacquero tantissimo ! Sono felice di confrontarmi con altre lettrici e’ davvero stimolante poterci scambiare opinioni anche in quest’ambito <3

  • Reply tizy1289 6 Gennaio 2014 at 12:04

    Amo la Nemirovsky proprio perchè è così cruda nei confronti dei suoi protagonisti, soprattutto delle donne. E’ di una freddezza eclatante, ha quasi il piglio del giornalista privo di ogni deontologia professionale.
    Ho letto da qualche parte che il suo stile di scrittura rispecchia il legame atipico con la madre, una madre assente, frivola, incapace di voler bene alla figlia. Non so se hai mai letto Jetzabel, ma te lo consiglio caldamente: credo sia quello il suo romanzo più emblematico, in cui fa a pezzi tutto ciò che di più odia del mondo femminile.

    • Reply claudia 6 Gennaio 2014 at 13:19

      lo metto immediatamente in wishlist! sto leggendo la biografia scritta dalla figlia.. brividi

    Leave a Reply