NUDE a confronto: Naked UD vs Au naturel e Storm di Sleek

19 Agosto 2013

Finalmente posso pubblicare un post al quale sto lavorando da circa un mese. L’idea mi è piaciuta subito, ma volevo realizzarla in modo convincente.

Oggi vi parlerò di 3 palettine in vendita da anni, osservandole da un nuovo punto di vista.

palette naked storm naturel sleek

Sul web impazza la discussione sugli abbinamenti di colore: occhi intensi e labbra colorate si o no? ( a tale proposito questo post di Annalisa Make up Pleasure mi è piaciuto molto). Siete fra coloro che preferiscono make up ‘naturali’?

Se mi leggete da un pò sapete come io la pensi. Adoro i colori, compro make up perchè mi piace creare. In generale mi trucco la mattina presto per trucchi che debbano durare molte ore, passo la maggior parte delle mie giornate al lavoro e, se dovessi seguire la regola non scritta del trucco invisibile, farei prima a buttare tutto il mio stash dalla finestra.

Cosa intendo per ‘naturale’? Intendo colori che vadano dal beige chiarissimo al marrone per gli occhi, labbra dal beige al rosa chiaro.

Quante di noi sono ‘naturali’ truccate così? Parlo di me: con le labbra da annegata nel fiume non mi sento molto naturale e per quanto riguarda i colori degli ombretti, mi pongo ‘naturalmente’ pochissimi limiti!

naked paletteDetto questo, mi sono avvicinata davvero al make up quando la Naked di UD ha cominciato ad impazzare. Io stessa l’ho acquistata quando sembrava che non si potesse fare senza ed ero molto sensibile alla pubblicità.

Ancora la uso abbastanza spesso: ma la Naked non è nuda per niente! Ci sono solo due colori mat color carne, tantissime sfumature perlate e sparkling, dal beige al marrone scuro (darkhorse) e un grigio ferro ed un azzurro metalizzato davvero intense (creep, gunmetal).

Ho realizzato con la Naked due make up, uno più intenso dell’altro:

IMG_1082Per il primo ho seguito il tutorial ‘gunmetal‘ di Emma Pickles: buck per definire la piega, creep su tutta la palpebra, reso più intenso da gunmetal e virgin come illuminante. Il mio tocco personale è stato usare per la rima inferiore surfer babe di sephora, una matita verde petrolio metallizzato che mi fa impazzire per intensità e durata. Come eyeliner ovviamente blacktrack.

Come rossetto non ho usato un beige, ma un bellissimo rosa, please me di mac. Il risultato non è certo ‘nude’ eppure ho usato proprio la naked! NB gunmetal ha il suo dupe in gunmetal della Badgirl di Sleek, la palette più scura che ho!

Nel secondo look invece ho cercato di rispettare i canoni di Bobbi Brown e ho usato solo beige e dorato.

naked primo pAlla fine per la noia ho dovuto usare il mio amato pigmento Blue Brown di mac nel terzo esterno della palpebra, per non morire di noia. Sulle labbra ho applicato please me di mac, ma con la tecnica di layering ci ho steso sopra la vernis a levres 15 di YSL che l’ha reso più coralloso. (OMG le lanceranno in versione nude che noia mortale).

La Naked è molto meno nude di quello per cui la pubblicizzano e chi la vuole acquistare farebbe bene a tenerlo presente. Ombretti di qualità UD e un pò di fantasia mi permettono di ‘barare’ e di farci dei look intensi.

Il bello a volte è proprio cercare di usare un prodotto in modo diverso da come lo pubblicizzano, per sentirlo davvero nostro!

naturel sleekLa au Naturel di Sleek è stata spesso paragonata alla Naked ma sono completamente diverse, sia per gamma di colori che per finish.

Questa palette si adatta di più ai canoni del ‘nudo’ (e costa 10 euro contro i quasi 40 della naked).

Va dal panna al marrone in base rossa, concedendosi un grigio chiaro, un nero e un vinaccia (regal). Pan prevalentemente mat, solo 3 sono perlati (conkee, mineral earth e taupe che non è talpa ma oro rosso).

La uso poco e quasi sempre come base di look più intensi. Per questo post ho provato ad usarla da sola e mi sentivo così nuda che poi ho usato Lady Danger come antidepressivo.

 

La terza è la mia preferita. Molto equilibrata e meno cupa rispetto alla naked, pur assomigliandole molto. storm paletteInfatti la Storm di sleek è molto simile a quella di Urban decay (molto più della naturel), ma ha dentro un verde bosco ed un azzurro carta da zucchero molto ma molto più belli e particolari. Magari sfarina un pò più dei colori UD, che sono indubbiamente di altissima qualità, ma è molto più divertente. Peccato che i colori non abbiano nome 🙁

storm34In questo make up ho osato con il verde bosco su tutta la palpebra, il color carne e il marrone perlato nella piega, undercurrent di mac nella rima inferiore, mescolandola poi con l’azzurro in quella esterna. Sulle labbra ho sfidato l’ira funesta di tutte le annegate nei fiumi usando con immenso piacere russian red di mac (che poi ha resistito solo 12 ore, un pranzo e una cena *__*)

Liberissime di cancellarvi le labbra ma vi assicuro che ho avuto tantissimi complimenti! 😉

stormQuesto non è un post a favore o contro, è un tentativo di provare sulla mia pelle cosa significa nude o naturale e se certi prodotti siano davvero un passpartout.

La risposta è chiaramente no, perchè su ognuna di noi lo stesso prodotto avrà una resa diversa, poichè differiamo per tono, sottotono e proporzioni.

Perciò non credo sia molto furbo basarsi solo su regole dettate dall’esterno o sulle campagne pubblicitarie, per fare i nostri acquisti o per decidere i nostri look.

Cerchiamo il nostro equilibrio personale! Preferite un make up invisibile? Realizzatelo su voi stesse, ma solo se davvero vi sentite a vostro agio e non perchè ‘si fa così’. L’unica regola che mi piace seguire quando mi trucco è seguire lo stato d’animo del momento. Se mi vedrete con labbra vibranti, occhi intensi o entrambi, vuol dire che sono particolarmente felice!

You Might Also Like

11 Comments

  • Reply shoppingandreviews 19 Agosto 2013 at 10:32

    Giuste osservazioni! Hai fatto bene a farne un post, lo diciamo in tante e da molto tempo, ma torna sempre qualcuno a “bacchettare” se osi mettere un rossetto sotto ad un trucco occhi anche solo un filo più marcato….uff
    Io ho acquistato la Naked perché non avevo nemmeno un marrone all’epoca e adoravo lo shimmer, altro che colori nude XD
    Il trucco con la Storm e RR è adorabile <3

  • Reply dramanmakeup 20 Agosto 2013 at 11:31

    Post super figo, brava! Bellissimi anche tutti i trucchi che hai fatto 🙂
    Io prima mi truccavo in modo molto *noioso* (non che adesso faccia chissà che cosa ma in confronto a qualche tempo fa c’è davvero un abisso) ma non mi sono mai sognata di criticare chi si trucca in modo diverso da me, per carità.

  • Reply tizy1289 27 Agosto 2013 at 18:21

    Ciao e, innanzitutto, piacere di conoscerti!
    Ho apprezzato molto questo post, perchè sono del parere che la gente non debba criticare a prescindere un trucco solo perchè troppo carico o, al contrario, troppo smorto. Sono della filosofia del vivi e lascia vivere: dopotutto, chi sono io per criticare?
    Sono un’amante dei rossetti rossi – ho un mio neologismo ironico, rossognotta – e, il più delle volte, li indosso abbinati a trucchi occhi piuttosto carici. Eppure..in università, quando devo dare qualche esame, preferisco utilizzare un make up più soft. Purtroppo, ci sono professori che fanno notare quanto un trucco sia pesante, non solo un abbigliamento poco consono, ergo preferisco rimanere..anonima, diciamo. Comunque hai fatto un’osservazione più che pertinente: su alcune ragazze, determinati colori risaltano di più rispetto ad altre. Non so a cosa sia dovuto, a dire il vero, ma ho notato spesso, in università, make up piuttosto pesanti dal punto di vista dei colori che tuttavia non risultavano così marcati. Spero di essermi spiegata!

    Ho sia la Naked 1 – comprata “in società col moroso” nel primo periodo di contagio di Drama – e la Storm: quest’ultima me l’ha portata una mia amica da Londra e la sto amando, sebbene sfarini tantissimo!

    • Reply claudiaserpe 27 Agosto 2013 at 23:17

      Ciao e grazie per aver letto con così tanta attenzione i miei post. so quello che vuoi dire.. è difficile esprimersi liberamente in certi ambienti. è triste pensare che alle volte alla gente basti un rossetto, o una maglietta diversa dal solito, per sconvolgere qualcuno. però non giustifico chi poi si sente in diritto di giudicare chi li indossa! ne ho parlato anche nel dramatag vavavoom.
      se ami i rossi abbiamo qualcosa in comune! a presto

  • Reply Foffy 24 Novembre 2013 at 14:20

    Forse io sono l’unica a non avere la Naked XD
    La 1 non mi è mai piaciuta, se non per Sin e Gunmetal. La 2 invece è più carina, ma comunque non la sfrutterei. So che ora c’è anche la 3 XD
    Tutte le palette che mostri sono comunque utili, ma per me sono troppo calde. Niente mi fa sembrare malata quanto un marrone caldo sull’occhio. 🙁

    “mi sentivo così nuda che poi ho usato Lady Danger come antidepressivo” *rotolo* XD

    • Reply claudia 24 Novembre 2013 at 17:15

      Credo che il tuo sia il ragionamento giusto. Il punto non e’ ‘marrone’ piuttosto che ‘colorato’ ma freddo piuttosto che caldo. Posso capire benissimo che tu non ti veda bene con un colore caldo. Non capisco invece come la naked venna usata come bandiera delle fans del ‘naturale’. non e’ nuda come la naturelle. ma sappiamo purtroppo chi ha cominciato questa crociata del ‘naturale’. Ed io mi arrendo. Leggo roba in giro assurda. Incontro donne terrorizzate dai colori perché hanno letto blog titolatissimi che li mettono al bando. Io nel frattempo faccio incetta di rossetti ‘indecenti’ e con una certa soddisfazione. XD

      • Reply Foffy 24 Novembre 2013 at 21:54

        Ahahahahah! Evviva i rossetti indecenti!XD

        La Naked può certamente piacere, a prescindere dalle voci di corridoio sulla sua presunta nudità. Io non condanno questo…proprio per tale motivo non voglio essere condannata se scelgo di colorarmi.
        Basterebbe così poco a volte….

    Leave a Reply