#teammostplayed Scandinavia edition

18 settembre 2015

Una puntata del #teammostplayed dedicata alla mia passione per i viaggi. Ci tengo moltissimo a salutare Chiara Golden Violet, l’ideatrice del team mostplayed, per la sua nuova avventura londinese: Good luck!!

most played sleek ud mac nabla too faced bourjois

 

Sono quella che si potrebbe definire una viaggiatrice. Compatibilmente con le mie possibilità (in termini di tempo e denaro), cerco di esplorare quanto più posso questo nostro Pianeta, in compagnia del mio trolley bagaglio a mano e del mio zaino eastpack. Riesco a stare 15 giorni in giro senza portarmi dietro vestiti inutili, infilo in valigia al massimo un paio di ballerine, indossando più che altro delle scarpe da ginnastica che sono state testate sulle lunghe percorrenze.

Riesco a dosare i liquidi da trasportare, al ritorno butto le eccedenze. Amo le stanze d’albergo con la doccia, non importa se siano piccole. Ho imparato a fare colazioni abbondanti. Non trascuro di portare una borsetta dedicata a quei medicinali che in alcune situazioni possono salvare il viaggio. In aereo leggo la metà di un romanzo all’andata e metà al ritorno. Consulto le guide. Uso tripadvisor. Fin qui, nulla da eccepire.

Ho un solo piccolo difetto.. non riesco a rinunciare al make up! Ogni volta che mi preparo per la prossima meta, comincio a pensare alla beautybag.
acquisti fatti in giro per la Scandinavia: urban decay mac tangle teezer

acquisti fatti in giro per la Scandinavia: urban decay mac tangle teezer

La mia beautybag (mimetica!) l’ho acquistata in una profumeria di Roma ed ha la grandezza perfetta per contenere quello che ‘mi serve’ e anche quello che acquisto in giro.. insomma è molto grande!

Mio fedele alleato è poi uno specchio che ho acquistato in Giappone, grazie al quale sono riuscita a truccarmi anche sul ponte di una nave (non sto scherzando affatto!).

Durante il mio ultimo viaggio, che è durato 10 giorni, sono rimasta soddisfatta solo in parte di quello che ho scelto di portarmi dietro. Vediamo perchè:  

  • il fondotinta che di solito porto con me in viaggio è il Bourjois healthymix.
bourjois healthy mix

bourjois healthy mix

Non è un fondo a lunga tenuta, ma è molto semplice da applicare con un pennello. L’ultima volta che l’ho acquistato ho notato che era cambiato il packaging (adesso ha il tappo rosso). Speravo che fosse questo l’unico cambiamento ma, anche se non ho le prove, ho la sensazione che sia lievemente cambiato nella resa, oppure, cosa probabile, la mia pelle sta affrontando una nuova fase. Dopo solo due ore in giro, mi ritrovavo lucida e nel pomeriggio inoltrato non avevo più il fondotinta. Speravo che potesse dipendere anche dal clima differente ed ho continuato ad usarlo una volta tornata a Bari. Nulla da fare, non lo trovo più adatto a me. Ora ho un fondotinta che non posso usare, ho deciso di regalarlo.

sleek rose gold mac mineralize skinfinish select

sleek rose gold mac mineralize skinfinish select moisturecover

 

  • ombretti: ho portato con me la naked 1 al posto della mia solita smoked . Tuttavia della naked continuo ad usare sempre le stesse 4 cialdine. Senza colore non riesco a vedermi, mi sono trovata meglio in altri viaggi. Sono stata costretta ad acquistare vari ombretti mac e ud (credici!!). Per i dazzleshadow clicca qui).
  • la matita labbra di neve, sfilata, sbava troppo. E’ il meno duraturo dei pastelli labbra di neve, credo dipenda dal pigmento.
  • il rossetto di nabla, panta rei, è un bellissimo colore (rosato nocciola) ed è confortevole sulle labbra, ma in viaggio non è comodo, perchè va riapplicato più volte, non sopravvive al cibo. Disperata sono stata costretta (XD) ad riacquistare a Stoccolma il prep and prime lips (perchè l’avevo dimenticato in Italia, ma stava per finire, lo giuro). Ne sono diventata dipendente. Provate ad usarlo con un amplified o un satin: resterete stupefatte. Purtroppo ho trovato D for Danger ad Helsinki e credetemi, è spettacolare da ogni punto di vista: colore, durata, facilità di applicazione.
prep prime lips e occhi nabla panta rei too faced mascara

mac prep prime lips occhi correttore select nabla panta rei too faced mascara

  • il correttore mac select moisturecover: non fa per me ma lo sapevo, l’ho portato in viaggio nella speranza di finirlo. Il colore è adatto a correggere le mie occhiaie, ma non è a lunga tenuta e finisce per infilarsi nelle pieghette. Preferisco le formulazioni prolongwear di mac o di estee lauder.

In viaggio ho avuto anche conferma che certi prodotti sono unici e perfetti per me:

  • la cipria mac mineralize skinfinish natural medium, che opacizza senza seccare la pelle e ha un bellissimo colore delicato.
  • il blush sleek rose gold, un grandissimo classico da queste parti, ha un rapporto qualità prezzo imbattibile e ormai è un buco con il blush intorno.
  • il mascara di too faced better than sex, che ho acquistato in mini size negli Stati Uniti, è comodissimo da portare in giro ed è spettacolare sulle ciglia (curve e drammatiche). L’ho richiesto, di nuovo in minisize, in una offerta sephora.
  • i primer prep and prime per gli occhi e le labbra che sono a prova di qualsiasi condizione atmosferica.
  • la matita occhi perversion di urban decay, la matita nera più intensa e duratura in mio possesso.
  • tutti i rossetti mac, ovviamente. 
bourjois

bourjois

In generale la Scandinavia ed i Paesi Baltici sono una continua tentazione per le appassionate di mak up. Ho trovato diverse collezioni in edizione limitata (appunto tutti i dazzleshadow e la summer NIGHTS collection di urban decay, con degli ombretti stupendi), nonchè uno stand Bourjois (a Riga), dotato di tutta la collezione completa, compreso un fondotinta matte che mi ha molto tentato, visto il disastro del nuovo healthy mix. Ad ogni modo ho deciso che nel prossimo viaggio porterò con me solo prodotti di sicura resa, ogni grammo in più pesa (visto che la beauty bag di solito la metto nello zaino)!

Vi abbraccio e.. Thank you Chiara!

You Might Also Like

7 Comments

  • Reply Jasminora 18 settembre 2015 at 21:36

    Che bel viaggetto che hai fatto!!! Io sono sempre affascinata dai paesi del Nord e la Scandinavia mi manca come meta,chissà che posti meravigliosi ^__^

    • Reply claudiaserpe 18 settembre 2015 at 21:50

      Ho visto le capitali e’ stata una esperienza meravigliosa! Li vivono tranquilli nell’aria si respira serenità.

  • Reply Foffy 19 settembre 2015 at 0:33

    Sei veramente super organizzata Claudia! Poi mi spiegherai come fai ad avere solo il bagaglio a mano per 15 giorni di viaggio, anche io sono spartana, ma non riesco proprio a immaginarlo XD

  • Reply Misato-san 20 settembre 2015 at 3:43

    a me incasinano molto le scarpe (non perché ne sia appassionata ma per i problemi di piedi), e il beauty non tanto per la parte colorata (anche se mi porterei il mondo XD ) quanto per la skincare, perché avendo una pelle difficile e delicata non me la sento di acquistare in loco quel che mi serve e via dicendo.
    personalmente parlando sono dell’idea che in viaggio ci vada solo roba bella collaudata, se mi porto novità è per causa di forza maggiore (qualche test per il blog) ed è sempre roba di marchi che conosco, il resto aspetta a casa.

    mi spiace che tu abbia perso un punto di riferimento quale fondotinta, è sempre straniante quando un prodotto che funzionava bene per noi non lo fa più!
    io non l’ho mai provato, delle cose che citi conosco bene i Diva Crime (ma su di me durano tantissimo), Sfilata (non la uso da un secolo perché ho il rifiuto per Neve ormai, ma non mi stupirebbe se sbavasse anche a me… le Pastello labbra sono morbide, e già per contenere rossetti non mi piacevano…), ovviamente i Dazzleshadows!

    • Reply claudiaserpe 20 settembre 2015 at 7:33

      Le scarpe sono fondamentali e nei viaggi itineranti porto sempre delle scarpe da ginnastica comodissime per evitare le bolle (ma sono più fortunata ad es di mia sorella, che ha sempre le bolle anche con le scarpe comode!). Per la skincare porto mini size della mia solita roba, la tragedia e’ sempre struccarsi, adesso faccio anche una boccetta di acqua macellare. Sul fondotinta sto ancora piangendo, anche perché adesso ho a disposizione due fondi mac, ma nessuno ‘pret a porter’ e la mattina mi fanno perdere tempo!

  • Reply Eleonora 20 settembre 2015 at 18:18

    Mi é piaciuta tantissimo l’introduzione perché mi ci sono ritrovata. A dire il vero io sono una viaggiatrice del week end, il mio ragazzo abita a 400 km da me e quindi i miei “viaggi” sono all’80% in questo senso, ma ho comunque sviluppato una sorta di organizzazione maniacale del mio trolley, anche il mio piccolo, ideale per essere infilato tra i sedili del treno. Come te il mio problema é il beauty dei trucchi. Non riesco mai a decidermi e va a finire che porto una marea di cose senza contare quelle che acquisto in giro. Capisco assolutamente quando dici di essere stata costretta a comprare alcuni ombretti… 🙂
    Peccato che il fondotinta e la matita labbra non abbiano soddisfatto le tue esigenze di viaggio, é davvero irritante portarsi dietro alcune cose che non si comportano come pensavamo. Riguardo ai diva crime, stesso problema tuo, vanno riapplicati dopo aver mangiato. Io di solito mi porto dietro un matte di Mac e qualche tinta.

  • Reply Laura 21 settembre 2015 at 23:56

    peccato per l’healthy mix sono sempre stata molto tentata di acquistarlo..ora leggendoti mi sono bloccata un pò . il mascara too faced sarà il mio prossimo acquisto. I rossetti Mac ovviamente sono unici e perfetti anche per me, sia in viaggio che non 😉

  • Leave a Reply